gototopgototop
Get Adobe Flash player

Oggi

Lunedì 19 Novembre 2018
s. Fausto

Ulti Clocks content

Cerca nel sito

Home Parrocchia Presentazione

 

La Chiesa ambrosiana considera la parrocchia come forma privilegiata della sua presenza e quindi come particolarmente adatta a disegnare il volto popolare della comunità cristiana. La parrocchia deve continuare ad essere, anche nelle mutate condizioni sociocivili, la forma principale di presenza della missione della Chiesa per la vita della gente.

La rinnovata scelta pastorale della parrocchia da parte della Chiesa ambrosiana si fonda sul fatto che essa realizza un'autentica figura di Chiesa. La parrocchia, infatti, è la comunità dei fedeli che rende visibile la missione della Chiesa in un determinato territorio: essa è un'articolazione pastorale della Chiesa diocesana.
 
In quanto figura di Chiesa, la parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall'Eucaristia. Nasce da qui il privilegio della parrocchia a valere come realtà di Chiesa. Essa è il luogo della pastorale ordinaria, nella quale la fede può diventare accessibile a tutti e ad ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere «la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e delle sue figlie» e che «vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi», diventando «la casa aperta a tutti e al servizio di tutti».
 
Il fatto che la parrocchia sia luogo ordinario della vita cristiana, qualifica la sua azione pastorale come ordinaria, cioè come cura della comunità e di tutte le persone, come attenzione a tutte le tappe dell’esistenza e alle diverse forme della vita cristiana. La parrocchia è luogo nel quale la fede può diventare accessibile a tutti entro le condizioni della vita quotidiana. I diversi aspetti dell’esistenza (quali la professione, il matrimonio, gli impegni personali, sociali e politici) trovano nella vita della comunità parrocchiale il luogo in cui possono essere interpretati e vissuti alla luce del Vangelo.
 
Mèta di questa azione pastorale ordinaria è la formazione del cristiano perché diventi adulto nella fede, membro consapevole della comunità credente e testimone del Vangelo nel mondo. La parrocchia, quindi, ha il compito fondamentale di accompagnare la costante maturazione di ogni vocazione specifica e valorizzare i carismi e i ministeri, coltivandone la complementarietà nella comunità cristiana: l'immagine di Chiesa che la parrocchia presenta deve promuovere sempre più una fraternità evangelica con la variegata ricchezza delle vocazioni. Ciò comporta un profondo rinnovamento nella pastorale e un'attenzione specifica alla formazione della comunità degli adulti.
 
(dal Documento Sinodale del 47° Sinodo della Chiesa Ambrosiana – Diocesi di Milano)

Esattamente un anno fa, domenica 14 marzo 2010, il portale internet della nostra parrocchia veniva varato con un articolo in cui si spiegava brevemente lo scopo dell'intrapendere questa avventura (si veda Parliamo ai vicini, ci leggono i lontani).

Ora è passato un anno e sarebbe forse d'obbligo fare un bilancio dell'iniziativa.

Più di 30.000 visitatori, 133.000 pagine visitate, sono numeri di tutto rispetto per il sito di una piccola comunità parrocchiale, e certamente ricompensano gli sforzi di coloro che si occupano del suo sviluppo e della sua manutenzione.

Possiamo anche dire che il 92% degli accessi provengono dall'Italia, e c'è da sospettare che la stragrande maggioranza siano di appartenenti alla comunità di Sartirana. D'altra parte questo era il primo obiettivo del sito, ossia rivolgersi ai vicini, coordinare le attività dei gruppi parrocchiali e dell'Oratorio, dare informazione sulle attività della Società Sportiva USSGB.

E' pur vero che una piccola quota di accessi proviene dall'estero; è possibile che tra essi vi sia qualcheduno capitato per sbaglio tra le nostre pagine, ma di certo (diversi tra loro ce lo hanno detto) ci sono anche sartiranesi che per vari motivi risiedono lontani da casa e che in questo modo mantengono vivo un legame con noi.

In totale, quindi, un bilancio sicuramente positivo.

Abbiamo voluto sottolineare l'importanza di questo primo compleanno con alcune piccole novità: 

  • un leggero restyling della grafica
  • l'aggiunta delle statistiche dei visitatori
  • un menù a tendina che raccoglie lo stato delle pubblicazioni
  • un menù per accedere alle letture della liturgia del giorno e per la ricerca nella Bibbia
  • un guestbook per i visitatori
  • un modulo che segnala le festività liturgiche principali nei due mesi a seguire

Il sito ha anche contribuito a fare conoscere il nostro musical "Ti chiamerai Pietro", tant'è vero che la sua pagina introduttiva risulta essere l'articolo più visitato con 3400 visite.

Per concludere vorremmo segnalare l'introduzione del guestbook; simile al quaderno posto sul fondo della chiesa, si propone di raccogliere commenti, messaggi, pensieri, idee da parte dei visitatori rendendoli disponibili alla lettura di tutti.

E' un piccolo passo in avanti, sperimentale, per rendere il nostro sito ancor più fruibile e il visitatore maggiormente coinvolto.

 

Lo scorso 23 gennaio Sua Santità Benedetto XVI° così scriveva nel messaggio per la 44a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali: "Lo sviluppo delle nuove tecnologie e, nella sua dimensione complessiva, tutto il mondo digitale, rappresentano una grande risorsa per l’umanità nel suo insieme e per l’uomo nella singolarità del suo essere e uno stimolo per il confronto e il dialogo. Ma essi si pongono, altresì, come una grande opportunità per i credenti. Nessuna strada, infatti, può e deve essere preclusa a chi, nel nome del Cristo risorto, si impegna a farsi sempre più prossimo all’uomo".
Con questo spirito la nostra comunità accoglie l'invito del Papa per una presenza cristiana nella rete aprendo questa finestra sul mondo che vuole essere il nostro sito internet parrocchiale, dando contemporanemente sostanza ai desideri del nostro Arcivescovo che tanto ha spronato le parrocchie della diocesi ambrosiana ad intraprendere una via in tal senso. Questo sito è la sintesi di una comunità in tutte le sue espressioni, e quindi ha come scopo primario quello di "parlare ai vicini"; nondimeno ci auguriamo che il sito sia anche "letto dai lontani", usando due espressioni prese in prestito da Claudio Mazza, direttore del portale della diocesi.
E' immediato rendersi conto, quindi, che nel nostro mondo moderno cosiddetto digitale il sito parrocchiale può svolgere sia una funzione pastorale per la comunità cristiana che gli sta intorno, che una funzione missionaria nell'entrare in comunicazione con quanti sono ai margini o anche fuori del nostro ambito. In Internet i vicini e i lontani assumono quindi caratteristiche che vanno aldilà dei limiti imposti dalle distanze spaziali. Pensiamo ai sacerdoti e alle suore nativi di Sartirana, che ora potranno essere aggiornati quasi in tempo reale su quanto avviene in paese; oppure a quanti sono lontani per lavoro o sono andati a vivere altrove dopo il matrimonio. Ma pensiamo anche a quanti, pur vivendo in paese, normalmente non sono interessati alle attività della comuniità cristiana, e magari attendono qualcosa che stimoli la loro attenzione.
Questo sito è quindi un ulteriore, moderno mezzo per comunicare ai vicini e ai lontani, nello spazio e nella fede. In pratica niente di nuovo rispetto alla usuale missione della Chiesa fin dai tempi di Pietro e Paolo; solo un adeguamento ai tempi moderni.
Accogliamo quindi con gioia, ma anche con responsabilità, l'augurio del Papa "Rinnovo l’invito a cogliere con saggezza le singolari opportunità offerte dalla moderna comunicazione. Il Signore vi renda annunciatori appassionati della buona novella anche nella nuova “agorà” posta in essere dagli attuali mezzi di comunicazione".

don Adriano e i fedeli di Sartirana

Area riservata



Pubblicazioni

ULTIME PUBBLICAZIONI

MODIFICATE DI RECENTE

LE PIU' LETTE

 

Appuntamenti

Calendario

Novembre 2018
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Calendario liturgico

Immacolata Concezione
(Sabato 08 Dicembre 2018)

Natale
(Martedì 25 Dicembre 2018)

S. Stefano
(Mercoledì 26 Dicembre 2018)

Ottava di Natale
(Martedì 01 Gennaio 2019)

Epifania
(Domenica 06 Gennaio 2019)

Ultimo aggiornamento

Domenica 18 Novembre 2018, 14:28

Questo sito usa i cookies per autenticazioni e per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo site.