gototopgototop
Get Adobe Flash player

Oggi

Lunedì 19 Novembre 2018
s. Fausto

Ulti Clocks content

Cerca nel sito

Home Storia
 
LE RADICI DELLA STORIA
 
 ... il ricordo di un giovane di allora
 
  
Ricordare come nacque, 40 anni fa, l’USSGB di Sartirana può sembrare un racconto romantico, soprattutto per chi, allora ragazzi poco più che quindicenni e oggi adulti maturi, vissero quel momento.
 
Eravamo agli inizi degli anni ’60, da circa due anni, con l’arrivo di don Vittorio Monti, si era avviato, con poche risorse sia strutturali che economiche, l’oratorio.
 
Quei quindicenni, con qualche giovanotto più adulto, erano tutti, salvo poche eccezioni, imberbi lavoratori, garzoni, fattorini, apprendisti, operai a volte saltuari, crescevano lentamente sia nel corpo, per le ristrettezze economiche del tempo, che nello spirito, per impossibilità scolare e di stimolanti confronti.
 
Era però una generazione aperta e piena di entusiasmo e con un maestro di vita, in questo caso il prete, il quale seppe indirizzarli, a volte con tensioni ma con mano ferma in sintonia col momento storico dell’intero paese.
                                                       
Da due anni l’attività sportiva verteva intorno al calcio, andando di settimana in settimana, a concordare partite con altri oratori, tanta era la voglia di uscire, attraverso lo sport, dall’angusto ma amato paesello.
 
Nel 1964, una piccola esperienza competitiva a livello di Plaga (oggi decanato) si conclude a Lomagna. Si deve però attendere il termine di un incontro del campionato CSI, per concludere il torneo di Plaga.
 
Incuriositi si chiedono, informazioni e, volontà comune fanno si che nel settembre del 1964 nasce l’USSGB di Sartirana, affiliata al CSI di Lecco. Un gruppo affiatato, un po’ maschilista, tutti atleti (alcuni eccellevano, altri, con allegria e senza pudori, buoni ultimi, partecipavano) e tutti dirigenti, giovanissimi, con tante risorse e talenti umani da valorizzare.
 
Don Vittorio, tanto non sapeva di discipline sportive, quanto sapeva di come, attraverso lo sport, si plasmano, si valorizzano e si realizzano le persone.
Non stò a rammentare tutti i vari successi nel calcio e nell’atletica che vennero da subito; ma come attraverso lo sport una generazione di “campagnoli” confrontandosi con altri paesi e cittadine, prende coscienza di una società in rapida mutazione, recupera cultura scolastica, affina capacità professionali, molti affrontano con successo Facoltà Universitarie, entrando con dignità da adulti nella vita civile, ma continuando a sfogare nello sport attraverso l’USSGB e il CSI, le proprie sane voglie competitive, con grande amicizia e per molto tempo.
 
Tutti atleti e tutti dirigenti, casualmente io fui il primo presidente, allora ebbi l’onore di esserlo, oggi l’onere di ricordarlo ... ma con piacere.    
                                                                            
Francesco Perego 
 
  
Questa la testimonianza di Francesco Perego, 1° presidente e fondatore.
 
Nasce così, nel Marzo del 1964, l’Unione Sportiva San Giovanni Bosco di Sartirana: con grinta, amicizia e tanta voglia di fare sport.
Non solo calcio però!
Dopo la prima affiliazione al Centro Sportivo Italiano di Lecco, nel settembre 1967, l’US si cimenta anche con l’atletica in pista, su strada, nelle campestri ma anche in momenti di impegno per l’oratorio o di svago in buona compagnia.
   
In questi primi 10 anni, sotto la guida dell’allenatore Antonio Brambilla (vero sergente di ferro!) i risultati non tardano ad arrivare soprattutto nel calcio e nelle corse campestri che portano a vittorie di titoli provinciali sia di squadra che individuali. Notevole è il coinvolgimento di parecchi Sartiranesi, che seguono le piccole imprese dei compaesani, a volte anche con trasferte in pullman. Non meno importanti i risultati sul territorio meratese con due rilevanti vittorie nel quotato “Torneo di Pagnano”, nel 1971 e nel 1978.
Al di là di tornei e gare, l’Us porta avanti anche iniziative coerenti con lo spirito educativo e di servizio che la anima. Non viene trascurata quindi l’attività oratoriana con iniziative e tornei invernali e primaverili per piccoli e grandi che culmina col “Torneo Serale di Sartirana” di fine estate, che coinvolge tutta la popolazione, sia come atleti che come organizzatori, oppure come semplici spettatori. Una vera festa dove ciascuno si improvvisa calciatore, allenatore, dirigente,... I nostalgici ricordano ancora le le varie squadre: “Alimentari Casati”, “Oratorio”, “Circolo Cooperativa”, “il ’49”, “Idraulica Spreafico”, “l’Atomica”!
Questo torneo venne successivamente sostituito dal “Torneo dei Rioni” di S. Pietro con le “formazioni storiche” della Dirta, Laur, Piasa, Funton e successivamente Carec.
 
Con la creazione del nuovo campo in asfalto polivalente, comincia la pratica di altre attività sportive come la pallavolo, la pallacanestro (quest’ultima di breve durata ma con buoni risultati) e poi il tennis tavolo con ottimi risultati anche a livello provinciale.
In questo periodo l’U.S. non si limita solo alla partecipazione, ma si impegna attivamente nell’organizzazione di manifestazioni sportive a livello provinciale: la prova di “Corsa Campestre di Sartirana” è un evento quasi annuale e l’Unione Sportiva va annoverata tra i precursori della “Pasqua dell’Atleta”.
 
Dalla prima alla seconda fase
                                 
Con impegno e un grande spirito di iniziativa si arriva alla fine degli anni ’70: con la partenza di Don Vittorio e l’arrivo di don Adriano e il cambio generazionale l’US rallenta un po’ la sua corsa per riorganizzarsi e ripartire di nuovo con lo stesso spirito e consolidate finalità.
 
In occasione del XX° di fondazione del C.S.I. di Lecco del 1979, i nuovi dirigenti partecipano e contribuiscono alla vittoria del Centro Zona Calco/Brivio nel torneo provinciale polivalente “Trofeo Giovanni Dell’Oro”, riservato ai dirigenti e allenatori dei vari Centri Zona.
Negli anni 1980-83 non vengono a mancare momenti di formazione come il “Corso per dirigenti CSI” a Calco, il “Congresso CSI di Lecco” e la partecipazione al “Congresso Eucaristico Nazionale” a Milano con la Veglia degli sportivi in S. Ambrogio e la Pasqua dell’Atleta all’Arena.
Con nuovo slancio prosegue la partecipazione a vari tornei e gare locali e provinciali, come pure l’organizzazione di eventi sportivi quali il “Torneo Ping Pong” del 1980, le “Corse Campestri” del 1981 e 1982 e la “Pasqua dell’Atleta” del 1982.
Sempre all’inizio degli anni ’80 ricordiamo:
-     Rifacimento “Campo Sportivo” con la nuova illuminazione, recuperando i pali di una linea elettrica dismessa della ditta Galimberti: alcune partite di calcio vengono spostate a Villa Perego e Cassina, dal momento che ci sono 3 squadre di Liberi.
-    “Nuove maglie” che vanno a sostituire le storiche canottiere e magliette bianco-verdi con la scritta U.S.SAN G.BOSCO.
-     Vacanze estive in Val d’Aosta a Cheneil mirate alla familiarizzazione tra i dirigenti sportivi e gli altri educatori dell’oratorio. “
 
 Roberto Perego
 
Questa “seconda fase” riparte in una condizione diversa e con una grossa eredità sulle spalle.
Praticare attività sportiva è tuttavia importante e farlo in oratorio è una possibilità in più per l’educazione e la crescita dei ragazzi. L’oratorio, nel frattempo, è diventato “misto” ed è necessario offrire anche al settore femminile la possibilità di poter praticare delle attività sportive.
Pallavolo? Certo! Poche ragazze però la conoscono ed ancora in meno la sanno insegnare. Lentamente, però, anche questa “nuova” attività prende piede, arricchendo la società sportiva di atleti ed allenatori, ma anche di qualche nuovo "onere" (procurare materiale, cercare palestre in cui svolgere la nuova attività..)
  
Il 24 settembre 1995 viene inaugurata la chiesa nuova. Grande evento e orgoglio per la popolazione e per tutte le persone che per anni hanno lavorato per l’avverarsi di questo sogno, Don Adriano per primo.
Il posizionamento di questa opera ideata dell’ architetto svizzero Mario Botta comporta degli spostamenti non facili ed immediati per le strutture sportive dell’oratorio.
 
Arriva la stagione 1994/1995 e ci si accorge che Sartirana è prosperata e l’US pure: si festeggiano 30 anni di fondazione! Il 23 aprile 1995 una bella fiaccolata parte da Colmegna con la benedizione di don Vittorio e raggiunge Sartirana dove iniziano i festeggiamenti per l’ambito anniversario.
 
Pochi anni dopo, il 28 Giugno 1999, in coincidenza con il 35° anno di Fondazione, il CSI Nazionale assegna alla società sportiva un grande riconoscimento: il DISCOBOLO D’ARGENTO AL MERITO. Grande euforia tra tutte le generazioni di sportivi Sartiranesi, ma anche grande onere da mantenere.
 
Nell’ottobre del 2000, in occasione del Giubileo degli Sportivi, una significativa rappresentanza si reca a Roma per incontrare Papa Giovanni Paolo II.
 
Il 40° di fondazione!
 
Anno per anno, con stagioni sempre cariche e intense, attività sportive e associative, si raggiunge, nella stagione sportiva 2004/2005 il traguardo dei 40 anni.
Di questo 40° ricordiamo in particolare:
La Fiaccolata da Colle don Bosco (Piemonte) a Sartirana
Un folto gruppo di “uessini” nuovi e antichi, si impegna per ben tre giorni in questa esperienza: partenza da Colle don Bosco, tappa ad Arese, ospiti del nostro compaesano Don Luigi Spada, e arrivo a Sartirana dove, col tripode acceso, si inaugura il nuovo oratorio con un nuovo salone polifunzionale, gli ambiti e tanto sospirati spogliatoi e una nuova sede per l’US!
Incontro a tema – Educare attraverso lo sport
Serata di riflessione sullo sport con relatori Bruno Pizzul, il figlio Fabio (giornalisti) Fabrizio Della Fiori (ex di basket) Massimo Achini (allora presidente CSI Milano ora presidente Nazionale) Giovanni Sala (presidente CSI Lecco) e Perego Francesco (primo presidente US).
 
Nella stessa serata, a nome di tutti coloro che si impegnano o si sono particolarmente impegnati per l’associazione, vengono consegnati ad alcuni amici dei riconoscimenti per il loro appassionato ed apprezzato contributo.
Per coronare questo importante evento che racchiude in sé quarant’anni di sport vissuti in oratorio, con sempre fermo l’obiettivo primario dell’educazione e della crescita cristiana dei giovani, nel mese di dicembre un nutrito gruppo di atleti e di simpatizzanti raggiunge la Capitale per un incontro con il Santo Padre, proprio in occasione dell’arrivo del tedoforo con la fiamma olimpica a Roma.
   
Sempre di questo periodo l’”evoluzione burocratica”.
Necessità di trasparenza, di regolarizzazione ed altre motivazioni volute dal governo, dal Coni e dal Comune di Merate inducono la nostra società ad adeguarsi alle richieste di costituire fiscalmente la Società
 
L’US si costituisce ufficialmente come Associazione Sportiva Dilettantistica con tanto di
  • STATUTO che fa riferimento a quello del CSI integrato da alcune nostre esigenze ed accompagnato dall’
  • ATTO COSTITUTIVO sottoscritto dai consiglieri, e poi depositato per fini fiscali all’
  • UFFICIO REGISTRO  di Merate che ci ha rilasciato un numero di codice fiscale col quale ci siamo
  • ISCRITTI AL CONI che per esigenze di trasparenza lo ha imposto al csi e di conseguenza anche a   noi. Anche per il comune di Merate si sono rese necessarie alcune “scelte”: perciò ci siamo iscritti al
  • REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI    richiesta appunto dal comune di Merate per poteraccedere ai contributi comunali. Contributi per i quali il comune ha voluto un numero di
  • CONTO CORRENTE sul quale depositare le quote a noi destinate. (sempre per questioni visibilità).    Compiute tutte queste “formalità” e con le nuove normative entrate in vigore abbiamo cominciato a rilasciare ai nostri tesserati una 
  • RICEVUTA FISCALE che dà la possibilità al genitore che effettua la dichiarazione dei redditi di poter detrarre le spese per la pratica dello sport sostenute per i figli minorenni. Le nuove normative fiscali, infine, hanno dato alle associazioni sportive l’opportunità di poter usufruire di un contributo statale.
  • 5 X 1000  che rimane ad oggi l’ultima novità di questo adeguamento strutturale.
Tutto questo non ha comunque modificato lo spirito e le finalità della nostra associazione che rimane parte integrante dell’oratorio gestendone le attività sportive e collaborando alle varie iniziative.
 
Siamo ai giorni nostri e basta la memoria a coprire questi ultimi anni.
Abbiamo finora ricordato e descritto i momenti salienti della nostra US, ma ogni anno tanti ragazzi e ragazze si impegnano sui campi per giocare, per stare insieme, per divertirsi, magari per vincere! Ma anche quando i risultati non sono buoni, si impara a crescere!
In ogni caso, ad ognuno di noi, atleta o dirigente, allenatore o spettatore, socio o simpatizzante, o solamente “SARTIRANESE” l’US ha sicuramente lasciato un segno o un’emozione e piace pensare che faccia bene ogni tanto ricordare.

 

NELL’ARCHIVIO FOTOGRAFICO POTETE VEDERE LE FOTO STORICHE

  
"Facciamo la storia
Chi ha testimonianze di avvenimenti foto particolari riguardanti l’US e volesse contribuire ad arricchire questo “angolo storico” sarebbe il benvenuto. Garantiremo grande cura per quanto ci sarà consegnato e una rapida restituzione
 
 

 

Area riservata



Ultimissime USSGB


     Ciao!  

Qui troverai gli avvisi dell'ultima ora riguardanti l'USSGB.
Visitaci spesso per tenerti informato!
 



iscrizioni anno sportivo 2018/2019

 

 


 

Consiglio Direttivo

 


 

 

 

 

Pubblicazioni

ULTIME PUBBLICAZIONI

MODIFICATE DI RECENTE

LE PIU' LETTE

 

Appuntamenti

Calendario

Novembre 2018
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Calendario liturgico

Immacolata Concezione
(Sabato 08 Dicembre 2018)

Natale
(Martedì 25 Dicembre 2018)

S. Stefano
(Mercoledì 26 Dicembre 2018)

Ottava di Natale
(Martedì 01 Gennaio 2019)

Epifania
(Domenica 06 Gennaio 2019)

Ultimo aggiornamento

Domenica 18 Novembre 2018, 14:28

Questo sito usa i cookies per autenticazioni e per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo site.