gototopgototop
Get Adobe Flash player

Oggi

Venerdì 21 Settembre 2018
s. Matteo apostolo

Ulti Clocks content

Cerca nel sito

Home Corale Presentazione
Gli inizi

Autunno del 1977, un giovedì sera. Io e Giuseppe, diciannovenni pieni di entusiasmo, avevamo sondato il nuovo parroco don Adriano, arrivato a Sartirana da un mesetto, proponendogli la formazione di una nuova Corale a voci miste. Visto il riscontro favorevole, si era fatta girare la voce, e non meno di 50 giovani dai 14 ai 30 anni stavano attendendo l'inizio delle prima prova del nuovo coro. Chi se l'aspettava?
Beppe si era preso l'onere di direttore ed io, come mio solito, accompagnavo all'harmonium. Visto che la grande maggioranza dei presenti non aveva precedenti esperienze di canto corale, iniziammo con un accordo di DO maggiore fatto dalle quattro voci, che erano state preventivamente selezionate con criteri approssimati e provvisori.
A ruota fu tentato come esperimento polifonico iniziale "Egl'è il tuo bon Jesù" , mottetto rinascimentale di frà Dionisius Placensis.
Da quella sera sono passati più di trent'anni e molte cose sono cambiate anche se un certo zoccolo duro, anzi durissimo, ha resistito per tutto questo tempo, divenendo la base per l'attuale formazione della nostra Corale Parrocchiale.

Le radici

In verità quel gruppo iniziale non veniva dal nulla; parte della sezione maschile fondava le sue radici in un precedente coro di voci virili che aveva operato durante gli anni precedenti, con don Vittorio, e sotto la direzione di Silvio Ripamonti. Silvio ci aveva lasciato tanto, dalle tecniche del canto a quelle organistiche, e tutto ciò si dimostrò un bagaglio prezioso per il nuovo viaggio che volevamo intraprendere.
Contemporaneamente avevamo anche messo sù un coretto di bambini; da lì sarebbero usciti poi molti degli attuali coristi, a dimostrazione del fatto che i frutti dipendono sempre da quanto le radici sono ben piantate.

Il cammino

Per una decina di anni abbiamo proceduto a fasi alterne; Giuseppe Caldirola sempre alla direzione ed io all'organo che, nel frattempo, aveva preso il posto del vecchio harmonium. Dopo il periodo iniziale pieno di entusiasmo ci furono le prime defezioni, in particolar modo nelle voci maschili. Per un certo periodo provammo una formazione di sole voci femminili; l'esperimento non ebbe un grande successo, ma fu motivato dalla contingenza e non certo da una scelta voluta. Con un notevole sforzo si riuscì a riformare un coro a voci miste, anche se di dimensioni modeste, fino a quando Giuseppe decise di lasciare per i troppi impegni che aveva accumulato. Rimasi io da solo, con la doppia funzione di organista e direttore.
Intanto Sartirana aveva iniziato la costruzione della nuova chiesa; bisognava pensare alla sua inaugurazione e volevamo anche noi fare qualche cosa di significativo. La corale di Novate, da sempre diretta da Rinaldo Caldirola, sartiranese uscito dal paese dopo il matrimonio, era anche essa nelle nostre condizioni, ossia dimensioni medio-piccole e un unico soggetto come organista e direttore.
Perchè non mettersi assieme per fare un concerto di inaugurazione della chiesa nuova? Uno suona, l'altro dirige e abbiamo un coro di almeno 40 elementi. La conclusione fu logica.
Da allora molte volte ci siamo uniti, per diverse occasioni, anche lontane dalla Brianza; il duomo di Milano, S. Pietro a Roma, e poi Evry vicino a Parigi, Assisi, Vienna, Praga, Budapest.

Come Corale Parrocchiale inoltre, val la pena di ricordare che siamo anche andati in onda su RAI1 (nel marzo 1997) oltre che varie volte tramite Radio Maria più recentemente.

Gli ultimi anni

Nel 2007, a trent'anni dalla fondazione, abbiamo deciso che l'anniversario non dovesse passare in sordina; due iniziative, tra tutte, avrebbero richiesto il maggior sforzo: un nostro concerto in chiesa e la registrazione di un CD che rimanesse come ricordo. Nonostante i dubbi e le perplessità iniziali, quello che abbiamo prodotto é stato per tutti motivo di grande soddisfazione; l'anno seguente abbiamo avuto l'ingresso nel coro di quattro nuovi elementi, molto probabilmente incuriositi e stimolati proprio da quel concerto dell'anniversario.
Intanto col passare degli anni il repertorio aveva preso una sua decisa connotazione, innervato su tre filoni principali:

  • i classici Mozart, Vivaldi, Haendel e qualche altro autore del periodo barocco
  • i canti di Marco Frisina
  • i canti del movimento del Rinnovamento nello Spirito

Un grosso nemico per chi canta è la noia e la ripetitività di cose che si assomigliano; al contrario un repertorio diversificato arricchisce chi canta ed anche chi ascolta.
Non dobbiamo dimenticare che l'unico scopo della Corale Parrocchiale é l'animazione liturgica, ossia l'essere strumento importante che contribuisca a meglio avvicinare i fedeli al Signore. Il nostro compito è gravoso, da un certo punto di vista, poichè se mal eseguito potrebbe generare l'effetto opposto.
Un repertorio ricco e vario é senz'altro un buon punto di partenza per la miglior riuscita della nostra missione.

Oltre all'attività liturgica, che comporta un impegno di una ventina di messe solenni all'anno, nel corso degli anni abbiamo anche affrontato il musical di carattere religioso, assieme ai giovani e alle famiglie dell'Oratorio, prestando la nostra esperienza nel canto e nella musica sia come solisti, che come coro vocalist, che come musicisti per la formazione della band che suona dal vivo. Si tratta di un'attività molto, molto impegnativa e stimolante, ma che in cambio dà grandi soddisfazioni, che crea tra i partecipanti uno spirito di unione e di condivisione molto forte (parliamo di un centinaio di persone coinvolte) e, una volta archiviata, lascia comunque in chi vi ha partecipato un caro ricordo.

Ricorrenze speciali nel 2013

Durante l'anno 2013 ci sono stati due avvenimenti straordinari, ossia il 50° di ordinazione sacerdotale del Parroco don Adriano Ferrario a giugno e la riapertura della chiesa nuova dopo i lavori di consolidamento a dicembre, che la Corale Parrocchiale ha sottolineato con due concerti molto apprezzati dal pubblico intervenuto. Il primo è stato tenuto nel Santuario mentre il secondo nella riaperta chiesa nuova. Fili conduttori nei due eventi sono stati "Io ho scelto voi" per il 50° del parroco e "Abiterò la sua dimora" per la riapertura della chiesa.

L'attuale formazione

Attualmente la Corale Parrocchiale è formata da 37 coristi divisi nelle quattro sezioni di soprani (11), contralti (11), tenori (8) e bassi (7).
Ci troviamo per le prove in chiesa, ogni lunedì alle 20.45.


SOPRANI CONTRALTI TENORI BASSI
Chiara Bonalume Donata Bonalume Ambrogio Brambilla Vittorio Andrian
Ilaria Bonalume Raffaella Caldirola Giulio Cogliati Massimo D'Errico
Patrizia Bonalume Rosanna Castelli Josè Bonfanti Piero Mazzoli
Roberta Ferrario Lorella Villa
Fabio Mazzoli Alberto Molteni
Maria Pia Ghezzi Barbara Maggioni Franco Perego Enrico Paganini
Patrizia Massironi Giancarla Maggioni Ruggero Corneo
Roberto Perego
Elisa Samiolo Irene Sala Dario Caldirola Tonino Visconti
Silvana Milani Gisella Perego
Cesare Ghezzi  
Daniela Molteni Luisa Redaelli    
Alessandra Paganini Anna Crippa    
Simona Magni Melinda Trasporte    
                                     
                                         Carlo Crippa, organista e direttore della Corale Parrocchiale di Sartirana
 
 

 

Area riservata



Pubblicazioni

MODIFICATE DI RECENTE

LE PIU' LETTE

 

Appuntamenti

Calendario

Settembre 2018
D L M M G V S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Calendario liturgico

Tutti i Santi
(Giovedì 01 Novembre 2018)

Commemorazione dei defunti
(Venerdì 02 Novembre 2018)

Cristo Re
(Domenica 11 Novembre 2018)

Prima domenica di Avvento
(Domenica 18 Novembre 2018)

Ultimo aggiornamento

Mercoledì 19 Settembre 2018, 23:01

Questo sito usa i cookies per autenticazioni e per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo site.